Pesaro… Stazione di Pesaro..

Mi gira la testa, chiedo: Velvet il mondo gira più veloce del dovuto?

No, è dentro la mia testa che tutto gira.

Affronto me stessa, tento di riprendere la visione normale delle cose, mentre osservo la gente che si ostina a parlarmi inconsapevole del mio stato d’essere.

Non ascolto.

Il miele mi riporta a me stessa, adesso sono pronta a partire insieme all’Ape Regina.

Stazione Termini, venerdì pomeriggio, gente che ti arriva addosso.

Ogni formica torna al proprio formicaio, ed ogni fuco al suo alveare.

Il grande inverno sta arrivando, novembre è un mese che molta gente odia.

Novembre, che incostante! Caldo, freddo, umido, piovoso, fastidioso, lunatico, impertinente, quando arriva novembre tutti ne risentono, ed ogni anno si ripresenta instabile.

Ore 17:20 – Treno, tanta gente, 4 posti, io, regina e 2 donne che parlano, parlano, e poi parlano. Tentiamo di riposare, ma non riusciamo perché sentiamo nella nostra mente tante parole che ci confondono, da qualche parola siamo attratte, da qualche altra siamo distratte.

4 Donne che fanno yoga prima o poi qualcosa se la diranno…  Il cantante dei Depeche Mode è Sexy. Età: min. 24 età max. 60.

ARRIVEDERCI – Forse ci rincontreremo al ritorno.

21.40 – Pesaro… Stazione di Pesaro.

Si sente l’odore del mare, dove andiamo? sarà in quella direzione… Andiamo.

Una mappa? No, sappiamo semplicemente che l’albergo si trova sul lungo mare. Un taxi? Troppo facile, meglio camminare.

Rumore assordante, percorsi sconosciuti, la notte non ci spaventa.

Senti l’odore? Si, è il mare andiamo di qua.

Strade vuote, aria tetra, cielo grigio.

Pesaro sembra una città medioevale rimodernata male. cit.

Pesaro – Vecchio Poeta

Il rumore assordante ci accompagna, una statua di un vecchio poeta ed un cane ci indicano la strada, attraversiamo una via e ci ritroviamo in una piazza vuota! Quel vecchiaccio aveva proprio ragione! Angolo della piazza un locale attrae la nostra attenzione, si intravede un cappello a cilindro, dei tipi strani intrattengono il pubblico con un pianoforte ed un cotrabbasso, il cilindro è del cantante, quel posto fà proprio per noi… ci torneremo più tardi.

Lungomare, lungo, grigio, umido, il mare si sente ma non si vede è nascosto da cabine di legno… alberghi.

Posiamo la valigia, torniamo al locale e leggiamo: venerdì chiusura ore 23.00

Proviamo comunque, al massimo tra 10 minuti ci buttano fuori.

Locale vuoto.

Una tisana grazie.

Informazioni su Virtual_Empty_Mind

Sono Alessandra la mia passione è il video e la grafica a tutto tondo! Se passate da qui.. lasciate un salutino!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Flickr Photos

Altre foto

V_EmptyMind on Twitter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 6 follower

Blog Stats

  • 2,940 hits
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: